Categories
BBD

Fundstück.

So präsentieren sich die Mitglieder von Azione Giovani Bozen, Jugendorganisation der angeblich postfaschistischen Alleanza Nazionale, auf ihrem offiziellen Internetauftritt:

Azione Giovani.

Der Link zur Galerie.

Nachtrag vom 02.11.2006: Die Galerie wurde offensichtlich entfernt.
Nachtrag vom 19.12.2007: Und jetzt ist sie wieder online.

Faschismen Recherche | | | | Südtirol/o | PDL&Co. | Deutsch

11 replies on “Fundstück.”

Fonti affidabili mi riferiscono di allegre gite didattiche nei luoghi della vita di Mussolini (Predappio per intenderci) organizzate da AG. Veri e propri tour in bus, conditi da esibizioni d’affetto verso il fascismo, da altri siparietti dinanzi alla tomba del ‘duce’ e dall’acquisto di souvenir per non dimenticarsi di un »esperienza culturale altamente formativa«… Tutto ciò alla presenza di alti esponenti locali del partito e pure di un prelato bolzanino.

Non occorre però accanirsi contro questi stolti. Sappiamo chi sono e cosa pensano, come sappiamo chi è Pöder e cosa pensano i Freiheitlichen.
Con l’insistenza che dimostri nell’affrontare tali argomenti, mi ricordi alcuni articoli polemici e pretestuosi del Zett o del Dolomiten. E io non vengo qui per rileggermi il pastone quotidianamente proposto da Toni Ebner…

Valentino

Ja, wir wissen alle was die denken – ein gewisser Herr Maran gehörte übrigens zur Südtiroler Volkspartei. Doch nicht einmal sosehr die Geste des jungen Herrn im Bild hat mich verstört, wie vielmehr die Selbstsicherheit und die Dreistigkeit, so ein Bild auf dem offiziellen Webauftritt zu präsentieren. Nicht einmal die NPD oder Forza Nuova gehen so weit, ein Zeichen dass sich manche in Südtirol ziemlich geschützt vorkommen… ihnen (egal ob deutsch, ladinisch oder italienisch – und es gibt sie überall) dieses Gefühl zu nehmen muss Aufgabe eines jeden Demokraten sein.

http://de.wikipedia.org/wiki/Hitlergruss

Gesetz 205/1993 (»Mancino-Gesetz«), Art. 2

(1) Chiunque, in pubbliche riunioni compia manifestazioni esteriori od ostenti emblemi o simboli propri o usuali delle organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi di cui all’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, è punito con la pena della reclusione fino a tre anni e con la multa da lire duecentomila a lire cinquecentomila.

Gesetz 654/1975, Art. 3.

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, ai fini dell’attuazione della disposizione dell’art. 4 della convenzione è punito con la reclusione da uno a quattro anni.

a) chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità  o sull’odio razziale;

b) chi incita in qualsiasi modo alla discriminazione, o incita a commettere o commette atti di violenza o di provocazione alla violenza, nei confronti di persone perché appartenenti ad un gruppo nazionale, etnico o razziale.
È vietata ogni organizzazione o associazione avente tra i suoi scopi di incitare all’odio o alla discriminazione razziale. Chi partecipi ad organizzazioni o associazioni di tal genere, o presti assistenza alla loro attività , è punito per il solo fatto della partecipazione o dell’assistenza, con la reclusione da uno a cinque anni.

Le pene sono aumentate per i capi e i promotori di tali organizzazioni o associazioni.

http://alexanderkoch.de/laWWW.de/Library/stgb/86.htm
http://alexanderkoch.de/laWWW.de/Library/stgb/86a.htm

Danke. Es handelt sich also um eine Abwandlung des Hitlergrußes, um den “Kühnengruß”. In Deutschland wird er anscheinend nicht geahndet.

Das italienische Gesetz ist jedenfalls klar. Ich habe mich z.B. immer gewundert, warum Herr Bossi, Herr Borghezio oder Herr Gentilini nie wirklich belangt wurden.

Mi permetto di introdurmi nel vostro blog, sono Davide Furlan, presidente provinciale di Azione Giovani Bolzano. Il nostro comportamento ed il tenore dei commenti sui blog che visitiamo dovrebbe essere garanzia della nostra civiltà  e rispetto altrui. Susanne chiede cosa significhi quel braccio indicante un tre e le posso rispondere che non significa niente oltre a ciò che è palese. Siamo contenti di poter discutere con chiunque abbia idee diverse, analoghe o contrastanti conle nostre, ma delegittimarci sulla base di illazioni è da vigliacchi.
Aggiungo che in termini politici teorici la mia avversione al totalitarismo, rappresentato storicamente dal fascismo come dal comunismo o dal nazismo è ovvia.
Mi permetto di chiedere di togliere la foto dal blog e cimentarsi maggiormente sulla dialettica delle idee piuttosto che su quella dell’insulto.

Due cose:

1. Furlan scrive: “Aggiungo che in termini politici teorici la mia avversione al totalitarismo, rappresentato storicamente dal fascismo come dal comunismo o dal nazismo, è ovvia”. Benone. Anzi, benissimo.

2. Perché, una volta affermato questo, vorresti che togliessimo la foto? A quanto pare, stante l’avversione testé dichiarata, i gesti compiuti dai simpatizzanti (o membri) dell’associazione in questione non hanno nulla a che vedere con il significato che noi (non iniziati) abbiamo loro attribuito. Tu dici che quel gesto non vuol dire altro che ciò che “è palese”. Almeno da Schleiermacher in poi (nomen est omen) l’ambiguità  va messa nel conto di ogni transazione comunicativa. Hai dunque la possibilità  di svelarci ciò che avrebbe dovuto essere manifesto.

Der ganz unten links kniet, mit den aufgestylten haaren, war dabei als eine ca. 8-10 köpfige gruppe versuchte ein von alternativen jugendlichen besuchte bar in lana zu stürmen. als die fascho-gruppe anschließend vertrieben wurden, versuchte genau DIESER die barbesucher mit seinem auto zu überfahren. Dabei streifte er drei mal die gehsteigkannte und zerstörte sich die hinterachse. tja, selber schuld.

da sieht man mal die zukünftigen politiker…
mfg

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *