Sanità e qualità: L’ISS.

Ecco una breve inchiesta della trasmissione Report sui laboratori (inesistenti) dell’Istituto Superiore di Sanità  (ISS/Ministero della Salute), che dovrebbero sottoporre a severe analisi e poi certificare apparecchi sensibilissimi come i pacemaker.

Una realtà scandalosa, interessante non solo perché l’ISS è direttamente competente anche per il mercato sudtirolese, ma perché il Ministero della Salute interviene anche dettando «criteri di qualità» [sic!] che porterebbero alla chiusura di varie realtà  ospedaliere. Influendo — negativamente? — sulla buona performance del nostro servizio sanitario.

Vedi anche: [1] [2] [3] [4]