Categories
BBD

I 5S e la disuguaglianza fra cittadini.

Scrive Diego Nicolini (M5S), membro della Dieta sudtirolese, in merito alla lettera dei 51diventata dei 46 — per la doppia cittadinanza:

Come è possibile immaginare di concedere il doppio passaporto ad una parte sola degli altoatesini, nella fattispecie alla popolazione tedesca e ladina, ed escludere quella italiana? Creerebbe disuguaglianza fra i cittadini della stessa Provincia. Sarebbe una discriminazione gravissima e la tomba dei principi su cui si basa la convivenza.

È la solita provocazione fine a sé stessa, a cui non varrebbe la pena replicare, non fosse altro che anche certe sciocche provocazioni riescono sempre a deteriorare così profondamente la convivenza fra i gruppi linguistici.

Fonte: Facebook.

D’accordo nel merito. Ma ancora una volta la questione funge anche da cartina di tornasole. Infatti la «disuguaglianza fra i cittadini della stessa Provincia» e quindi «tomba dei principi su cui si basa la convivenza» esiste già, senza che Nicolini o chi per lui nel Movimento abbia nulla da eccepire. Anzi.

Ci sono quelli che con l’amministrazione statale possono comunicare nella loro lingua e coloro che no. Quelli che hanno i bugiardini dei medicinali nella loro lingua e quelli che possono provare a chiedere una stampa al farmacista (ma spesso non esiste). Coloro per i quali ci si inventano improbabili etichette posticce e coloro la cui lingua, considerata inferiore, da quelle stesse etichette viene coperta. Quelli i cui medici, se monolingui, hanno anni per imparare l’altra lingua (e i pazienti si arrangeranno) e quelli i cui medici, se monolingui, vengono radiati dall’ordine. Quelli i cui toponimi, pur trattandosi in gran parte di pure invenzioni, vengono imposti e difesi fino all’ultima malga e quelli i cui toponimi, nel 2019, non sono ufficiali. Potrei continuare.

Anch’io sono contrario a un passaporto che venga offerto solo ai cittadini sudtirolesi di lingua tedesca o ladina. Ma non mi si venga a parlare di eguaglianza, che quella ad oggi non c’è. Chi la invoca si impegni credibilmente per la sua effettiva realizzazione, sicuramente contribuirebbe a evitare future provocazioni.

Vedi anche:
Discriminaziun Gesundheit Kohäsion+Inklusion Minderheitenschutz Nationalismus Ortsnamen Plurilinguismo Politik Recht Service Public | Bilinguismo negato Doppia Cittadinanza Packungsbeilagen Produktetikettierung Zitać | Diego Nicolini | Social Media | Italy Österreich Südtirol/o | 5SB/M5S | Italiano

2 replies on “I 5S e la disuguaglianza fra cittadini.”

Man sieht, M5S, Populisten, neo-kolonial-nationalistischer Souveränisten, aber andere haben sich (hierzulande) bestenfalls mit dem Wesen des (differenzierten) Minderheitheitenschutzes (Volksgruppentheorie…) einfach (noch) nicht beschäftigt. Aber – so ist zu befürchten – geht es diesen Kreisen ja eh nicht darum.
Zur obigen Argumention zur mehrfachen Staatsbürgerschaft, sollte Nicolini und andere ihrerseits erstmal nachvollziehbar erklären, nach welcher objektiven Maßgabe, die behauptete „Provokation“ , „Privilierung“ (des ceppo italiano, „Benachteiligung der Mehrheitsbevölkerung“… nur durch Italien gerechtfertigt sind.

Concordo con le ottime osservazioni di Simon sulla reale „disuguaglianza fra i cittadini della stessa Provincia“.

Non concordo però con l’affermazione di Nicolini che il doppio passaporto „Creerebbe disuguaglianza fra i cittadini della stessa provincia“. Non è così: tutti (!) gli abitanti del Sudtirolo, che ivi risiedono da almeno 4 anni ed hanno la cittadinanza italiana (!) vengono trattati egualmente (lasciamo da parte discussioni sulla parità dei generi, altrimenti complichiamo tutto).
Il fatto che alcuni sudtirolesi con cittadinanza italiana ne abbiano una ulteriore oppure no, è un fatto personale, non di pubblica conoscenza (almeno che l’interessato scelga di renderlo pubblico) e che non ha risvolti pratici all’interno del Sudtirolo.
Ci sono già migliaia di sudtirolesi con più di una cittadinanza, aumentano a vista d’occhio. Infatti molti neo-sudtirolesi che acquisiscono la cittadinanza italiana, mantengono quella orginale. Che problema c’è se un sudtirolese ha la doppia cittadinanza italo-albanese, italo-algerina, italo-tedesca, italo-francese o italo-tunisina? N-E-S-S-U-N-O:

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.